Covid-19 e aziende in perdita: responsabilità "limitate" per i manager fino a dicembre 2020

Aggiornamento: 29 dic 2020

L'emergenza dovuta al Covid-19 ha stravolto anche il settore delle polizze assicurative. A causa della chiusura di molte aziende e dello smart working si è reso necessario aumentare la protezione dei dati dagli attacchi informatici, ad esempio, oppure tutelare il patrimonio dei manager.


E a proposito di manager, l'emergenza sanitaria ha indotto il Governo italiano ad affrontare la questione a colpi di decreti, uno dei quali (il Decreto Liquidità dell'8 aprile 2020) prevede alcune misure straordinarie a favore dell'operatività delle imprese valide fino al 31 dicembre 2020.


Tra queste misure emergenziali figura quella inerente le Disposizioni temporanee in materia di riduzione del capitaleche prevede la sospensione fino al 31 dicembre 2020

di alcune norme del Codice civile in materia di perdita del capitale sociale per le attività chiuse entro il 2020.


Ovvero, di fronte a perdite rilevati l'amministratore non è temporaneamente tenuto a sottoporre ai soci l'alternativa della ricapitalizzazione, della liquidazione o della procedura concorsuale.


Quale deve essere la condotta di un amministratore di società?


Tuttavia, sebbene parzialmente esonerato dalle responsabilità patrimoniali, l'amministratore deve comunque continuare a mantenere una