Cyber risk aziendale, aumento degli attacchi del 47% con lo smart working

Aggiornato il: nov 26

La pandemia dovuta al Covid-19 ha stravolto le nostre vite, sia a livello sociale che lavorativo, portando a diversi stravolgimenti e all'adozione di abitudini fino a poco tempo fa impensabili.


Tra esse vi figura di certo lo smart working, ovvero la possibilità per i dipendenti di poter lavorare senza essere fisicamente in azienda, molto spesso da casa. Sebbene lo smart working abbia rappresentato un vantaggio per molti lavoratori, grazie a una maggiore comodità e più tempo libero a disposizione, esso si è però rivelato anche un'insidia per numerose aziende.


Proprio il fatto di essere lontani dal luogo di lavoro ha comportato un generale abbassamento dei livelli di sicurezza nelle aziende con relativa esposizione a maggiori rischi di attacchi informatici e furto di dati.


Questo rappresenta un rischio assai concreto per tutte le tipologie di aziende, da quelle a conduzione famigliare fino a quelle con migliaia di dipendenti. Per questo è fortemente consigliato alle aziende di munirsi di polizze assicurative Cyber Risk per tutelarsi da numerose tipologie di danni, dalla violazione dei dati alla sicurezza delle informazioni, passando per i guasti alla rete fino alla responsabilità dei contenuti.


Cyber Risk: le minacce interne alle aziende


L'importanza di dotarsi questa tipologia di polizza è testimoniato anche dai dati relativi ai casi di sicurezza aziendale verificatesi negli ultimi 12 mesi. Secondo i risultati del 2020 dell'indagine di Proofpoint sulle minacce interne alle aziende ne è risultato un aumento del 47% di questi ultimi e un incremento del 31% dei cyber attacchi.

La ricerca ha preso in esame 204 organizzazioni con oltre mille dipendenti in tutto il mondo e si stima che le minacce interne alle aziende abbiano provocato nel 2019 perdite per 11,45 milioni di dollari, con una media di 212 mila dollari per azienda all'anno.


I dati forse più preoccupanti riguardano proprio le minacce interne alle aziende dato che il 60% degli incidenti è causato da dipendenti imprudenti che hanno portato a perdite per 4,58 milioni di dollari; i furti di credenziali sono invece un quarto degli incidenti e hanno causato danni per 2,79 milioni di dollari.


Cyber Risk: le minacce esterne alle aziende


Ma anche gli attacchi esterni rappresentano una seria minaccia per le aziende. Una delle truffe più insidiose è il phishing che utilizza proprio le email come veicolo per arrecare danno alle imprese, in questo caso carpendo informazioni, dati personali e di accesso in modo fraudolento. Sempre da un sondaggio di Proofpoint è emerso che nel 2019, su un campione di 600 professionisti sulla sicurezza e 3.500 dipendenti di grandi aziende, oltre il 55% di loro ha subito un attacco di phishing e il 33% è stato vittima di ransomware.


A tutto questo deve aggiungersi una scarsa conoscenza di questi rischi da parte dei lavoratori. Sempre in merito al sondaggio di Proofpoint è emerso che solo un terzo degli intervistati ha saputo rispondere a cosa è un ransomware e ancora meno è la percentuale di coloro che sanno cosa è lo "smishing", ovvero il phishing attraverso gli sms.


È chiaro che prima di tutto bisognerebbe iniziare con un'operazione di informazione verso i dipendenti, in modo da far sorgere maggiore responsabilità e attenzione nei confronti di queste minacce e, secondariamente, un'azienda dovrebbe adoperarsi di più per attivare maggiori sistemi di protezione dei dati da minacce informatiche.


Ma in caso di perdita o di furto di dati e/o di informazioni occorre anche essere tutelati da una buona polizza assicurativa contro gli attacchi informatici e noi di Assistudio Perboni disponiamo di uno dei migliori prodotti in grado di coprire la maggior parte dei rischi.


Visita la relativa sezione prodotto assicurativo Cyber Risk, le polizze a copertura di sicurezza delle informazioni, violazioni dati, interruzione del flusso di lavoro ed estorsione dei dati oppure contattaci per un approfondimento!


Fonte: Corriere.it


11 visualizzazioni

 

Assistudio Perboni - Underwriting Agency

Via Ferrarese 56, 44042, Cento (FE), Italy

Tel. (+39) 051 054 6670

assistudioperboni@assistudioperboni.it

Modulo di iscrizione alla newsletter

Seguici su

  • Bianco Facebook Icon
  • Bianco YouTube Icona
  • Bianco LinkedIn Icon

©2020 Assistudio Perboni sas di Perboni Vito & C. - Underwriting Agency - C.F e P. IVA: 01707890388

Società iscritta nel Registro degli Intermediari Assicurativi e Riassicurativi (IVASS) – Sezione A – n° A000050621

Resp. dell'Attività di Intermediazione Assicurativa: Perboni Vito num. iscr. A000000943

Informativa sulla Privacy e Cookie Policy - Note Legali