Quando il Comune deve pagare i danni e quando il cittadino può richiederli

Aggiornato il: 6 giorni fa

Abbiamo già parlato della responsabilità dei dirigenti comunali e di come essi rispondano con la loro responsabilità qualora non assolvessero al compito di messa in sicurezza di situazioni di pericolo sulle strade.


Ma è sufficiente inciampare o cadere in un tombino per richiedere il risarcimento al Comune? Se è vero che la condizione delle nostre strade è spesso disastrata e le casse comunali non hanno i soldi per ripararle, è altrettanto vero che c'è chi cammina con la testa tra le nuvole. E quando poi capita di mettere un piede in una buca non ci si può lamentare del danno subito.


Questo approccio è anche quello proposto dalla nostra giurisprudenza che stabilisce che se sul nostro cammino è presente un ostacolo ben visibile è nostra premura doverlo evitare, perciò, sebbene non possiamo guardare costantemente dove mettiamo i piedi, quando andiamo in giro dovremmo prestare quel minimo di accortezza necessaria per non imbatterci in pericoli di sorta.


Per questo quando camminiamo dobbiamo essere guidati dalla prudenza, poiché il solo fatto di inciampare o cadere non costituisce un buon motivo per la richiesta di un risarcimento.

Quando il cittadino può richiedere risarcimento al Comune?


Appurato questo, qualora si verificasse un danno occorre subito munirsi delle prove dell'incidente tramite fotografie o testimonianza dei presenti; dopodiché, in base all'entità del danno subito, si potranno richiedere i risarcimenti commisurati al danno ricevuto, magari certificato da un medico o dalla struttura che ci ha visitato.


A questo punto può partire la causa contro l'ente che ha in gestione il bene che ci ha causato il danno, che di solito si tratta del Comune. È da valutare bene la convenienza di aprire un contenzioso col Comune anche se si dispone delle prove e della certezza di avere ragione, questo perché le casse dei comuni italiani sono spesso al verde e anche in caso di sentenza positiva a nostro favore è assai difficile ricevere il credito che ci spetta.


Ancora una volta è sempre consigliabile per gli enti pubblici avvalersi di una polizza assicurativa che li tuteli da rischi come questi e noi di Assistudio Perboni disponiamo delle migliori polizze assicurative per la Pubblica Amministrazione.


Visita la nostra pagina prodotto assicurativo per la Pubblica Amministrazione oppure contattaci per un approfondimento!


Fonte: Autoblog.it

 

Assistudio Perboni - Underwriting Agency

Via Ferrarese 56, 44042, Cento (FE), Italy

Tel. (+39) 051 054 6670

assistudioperboni@assistudioperboni.it

Modulo di iscrizione alla newsletter

Seguici su

  • Bianco Facebook Icon
  • Bianco YouTube Icona
  • Bianco LinkedIn Icon

©2020 Assistudio Perboni sas di Perboni Vito & C. - Underwriting Agency - C.F e P. IVA: 01707890388

Società iscritta nel Registro degli Intermediari Assicurativi e Riassicurativi (IVASS) – Sezione A – n° A000050621

Resp. dell'Attività di Intermediazione Assicurativa: Perboni Vito num. iscr. A000000943

Informativa sulla Privacy e Cookie Policy - Note Legali